21°C
Cielo sereno
Cerca
Chiudere questa casella di ricerca.

Alta rocca

A Tarra di i Signori

LA TERRA SIGNORI

L'Alta Rocca è un'area di media montagna delimitata dai massicci della Bavella, dell'Ospedale e dell'altopiano del Cuscionu, il cui punto più alto è l'Alcudina a 2134 metri sul livello del mare.

Questa regione offre una diversità di paesaggi mozzafiato, che ospita un'eccezionale ricchezza di flora e fauna.

Con 9.000 anni di storia, questo territorio unico e ricco è uno dei luoghi abitati più antichi della Corsica. Denominato "la terra dei signori" Risalente al Medioevo, la regione è composta da 16 villaggi, ognuno dei quali presenta attrazioni uniche. Questi villaggi sono ricchi di tesori naturali e patrimoniali, come forni, ponti, mulini e fontane, che testimoniano la storia ricca e diversificata della regione. Anche le chiese romaniche, le cappelle e i conventi sono esempi notevoli di stili architettonici conservati.

Esplorate l'Alta Rocca e immergetevi nel suo eccezionale patrimonio culturale e naturale. Scoprite il fascino unico di ogni villaggio e ammirate la nobiltà di questa regione montuosa.

da vedere : Un paradiso per amanti all'aperto

01

Escursione intorno all'Alta Rocca

PASSEGGIATE ED ESCURSIONI

Scoprite le più belle passeggiate nel sud della Corsica, vicino a...
Voglio andare

Situata nel cuore del Parco Naturale Regionale della Corsica, l'Alta Rocca è un vero e proprio paradiso per gli appassionati di outdoor. Questo territorio incontaminato ospita molte meraviglie di fama mondiale e offre siti di notevole bellezza selvaggia.

L'Alta Rocca offre un ambiente naturale privilegiato per lunghe passeggiate ricche di scoperte. Numerosi sentieri segnalati permettono di esplorare questo territorio eccezionale. I sentieri di campagna, ex mulattiere, sono stati conservati e valorizzati per itinerari turistici. Il Mare a Mare, invece, offre un percorso tutto l'anno, attraversando la regione da ovest a est.

E non è tutto: questa regione ha in serbo per voi anche un'infinità di indimenticabili attività da brivido. Dal canyoning all'arrampicata, dalla mountain bike al trekking acquatico e alla via ferrata, ce n'è per tutti i gusti e le capacità.

Godetevi esperienze uniche nel cuore della natura incontaminata della Terra dei Signori. Lasciatevi travolgere dall'avventura e create ricordi indimenticabili. Che siate amanti del brivido o semplicemente alla ricerca di una pausa nella natura, l'Alta Rocca soddisferà tutte le vostre aspettative!

toccare : Il tesori nascosti dell'Alta Rocca

L'Alta Rocca, terra di scavi archeologici, è ricca di siti antichi tra cui Cucuruzzu e Capula. Situati sull'altopiano di Levie, vi permetteranno di fare scoperte mistiche che vi trasporteranno in un altro tempo. Più recentemente, eccezionali ritrovamenti della prima età del ferro sono stati effettuati nel sito di Cuciurpula a Serra-di-Scopamena e a Sorbollano.

Nel villaggio di Levie, è possibile visitare la Museo dell'Alta Rocca. Un avvincente tuffo nella storia, con manufatti unici e mostre interattive. Lasciatevi sorprendere dalla ricchezza culturale della regione in un unico luogo. Focolaio di resistenza, la microregione è anche sede di una museo della Resistenza a Zonza che testimonia la storia della guerra 1939-1945.

Potrete inoltre scoprire gli edifici di rilievo della regione attraverso i sSentieri del Patrimonio di Sainte-Lucie-de-Tallano e Serra-di-Scopamena. Questi percorsi vi guideranno attraverso luoghi ricchi di storia: apprezzate le realizzazioni architettoniche che testimoniano l'identità culturale dell'Alta Rocca!

02

Zonza sainte Lucie de Porto-Vecchio

UN VIAGGIO TRA MONTAGNA E MARE

Scoprite Zonza e Sainte Lucie de Porto-Vecchio, un comune, due villaggi...
Voglio andare
01

Gennaio 2024

31

Dicembre 2024

Randonnée et initialion au Zhi neng Qi gong à Bavella

Iniziazione/scoperta come parte di un evento
U CALENDARIU

ascolta: tra fede e tradizione un'atmosfera unica...

Venite a conoscere i produttori, gli artigiani e i creatori al Fiera di Santa Lucia di Tallà o sulla mercati San Gavino di Carbini e Santa Lucia di Portivechju.

In estate, un Domenica equestre all'ippodromo di Viseu, il più alto d'Europa, un'atmosfera unica!

Il 5 agosto a Bavedda, il pellegrinaggio di Notre Dame des Neiges.

Remontez le temps à l’heure moyenâgeuse avec les Médiévales de Levie en septembre.

Da gustare: la culla di un tradizione pastorale millennio

Qualunque sia l'altitudine dell'Alta Rocca, è sempre stata una terra accogliente per i pastori, che hanno forgiato la cultura, la gastronomia e l'artigianato che sono ancora oggi la ricchezza della regione.

Ancora oggi, è possibile immergersi in questo mondo agro-pastorale scoprendo la ostelli in fattoria di Zonza, Quenza e Levie e di assaggiare le prodotti iconici della regione: olio d'oliva, vino, miele, salumi, formaggi, ecc.

Tra autenticità e qualità, l'Alta Rocca è riuscita a conservare il suo competenze tradizionali. La coltelleria Lotus e il laboratorio di Stéphane Degilhene, scultore del legno, sono luoghi da non perdere nel villaggio di Levie. 

Infine, potete godervi olio d'oliva direttamente dal mulino di Sainte-Lucie de Tallano o Olmiccia.

COSA C'È DA SAPERE

Proteggere Massiccio di Bavella è proteggere la natura selvaggia significa preservare un tesoro naturale di inestimabile valore. La sua flora e la sua fauna sono uniche e ospitano specie rare e vulnerabili. Mentre scopriamo questo paradiso incontaminato, siamo consapevoli dell'importanza di preservare questi ecosistemi fragile e viaggiare in modo responsabile.

Il massiccio di Bavedda è l'ultima tappa del GR 20 prima di arrivare al villaggio di sosta di Conca. È anche il punto di partenza di numerosi sentieri escursionistici accesso è regolamentato a causa dell'eccessiva frequenza del sito in estate.

GUARDA

Le villaggio di Zonza, un vero e proprio crocevia dell'Alta Rocca e un notevole punto di vista sulle Aiguilles de Bavedda.

Sulla strada per Ajaccio, fermatevi a Quenza, Surbuddà, Sarra di Scopamena, Zirubia e Auddè è essenziale.

Sulla strada per Sartène: i villaggi di San Gavinu di Carbini, Livia, Santa Lucia di Tallà, Ulmiccia ...

Il villaggio di Carbini e la discesa verso la piana di A Fretu attraverso la Col de Bacinu.

DA NON PERDERE

A Zonza, la chiesa di Santa Maria Assunta.

Da Quenza, una passeggiata bucolica sull'altopiano del Cuscio in primavera.

A Levie, passeggiate nel cuore del paese e visitate il museo dell'Alta Rocca.

A U Pianu di Livia, i siti archeologici di Cucuruzzu e Capula.

Santa Lucia di Tallà, famosa per le sue dioriti orbicolari, la produzione di olio d'oliva e le sorgenti termali.

Vai al contenuto